Dalla rassegna stampa Cinema

Golden Globe, trionfa Brokeback Mountain

Nessun globo d’oro per il cinema italiano: Tony Renis aveva 1 nomination

Il film di Ang Lee premiato come miglior film, regista, colonna sonora e sceneggiatura. Tre statuette per «Walk The Line»
LOS ANGELES – E’ «Brokeback Mountain» il vincitore dei Golden Globe, considerati anticamera degli Oscar. Il film diretto da Ang Lee, che racconta la storia d’amore gay tra cowboy, è stato premiato questa notte dalla giuria della Hollywood Foreign Press al Beverly Hilton Hotel come miglior film, miglior regia, migliore sceneggiatura e migliore colonna sonora. Ma non si è trattato dell’unico vincitore, anzi. Ad avere vinto tre statue pesanti è stato il musical «Walk The Line» («Quando l’amore brucia l’anima» in Italia dal 17 febbraio), la lunga storia d’amore tra il cantante Johnny Cash e June Carter, interpretati da Joaquin Phoenix e Reese Witherspoon, entrambi giudicati migliori attori protagonisti di musical o comedy. «Walk the Line» ha vinto anche il premio come migliore film in questa categoria e si propone come vero sfidante in vista degli Oscar.

MIGLIORI ATTORI PROTAGONISTI – Felicity Huffman si è aggiudicata la statua di migliore attrice drammatica, per la prova in «Transamerica», mentre Philiph Seymour Hoffman è stato giudicato migliore attore drammatico per la parte in «Capote».

CLOONEY MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA – George Clooney ha vinto il globo come migliore attore non protagonista drammatico, per la sua interpretazione nella pellicola Syrana. Il corrispondente al femminile del premio vinto da Clooney è invece andato a Rachel Weisz per il suo ruolo in The Constant Gardener.

MIGLIOR FILM STRANIERO – Il premio per il miglior film straniero è andato a Paradise Now, la pellicola palestinese. Nessuno Globo d’oro invece al cinema italiano. L’unico esponente del cinema di casa nostra a essere stato nominato era Tony Renis, con la colonna sonora di Christmas in Love. Il premio per la migliore canzone originale è invece andato a «A love that will never grow old», parte della colonna sonora di Brokeback Mountain.

TV – Per la televisione: migliore serie drammatica «Lost», migliore serie non drammatica «Desperate Housewifes».

da corriere.it

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.