Dalla rassegna stampa Cinema

Cinema: a "Brokeback Mountain" il premio dei critici Usa

Il film “Brokeback Mountain”, una storia d’amore gay tra due cowboy, uno dei principali favoriti all’Oscar, è stato votato ieri sera come migliore pellicola dell’anno dai critici Usa. . .

SANTA MONICA, Stati Uniti (Reuters) – Il film “Brokeback Mountain”, una storia d’amore gay tra due cowboy, uno dei principali favoriti all’Oscar, è stato votato ieri sera come migliore pellicola dell’anno dai critici Usa.

Il regista taiwanese Ang Lee ha ottenuto tre premi per il suo film durante l’11esima edizione dei Critics Choice Awards, uno dei premi che precedono gli Academy Awards e che di solito fanno da apripista ai vincitori degli Oscar. Anche se l’anno scorso non andò così: i critici scelsero “Sideways” come miglior film e Martin Scorsese per la regia, mentre il premio di Hollywood andò a “Million Dollar Baby” e al regista Clint Eastwood.

Oltre a quello per il miglior film, “Brokeback Mountain” — che arrivava ai Critics Choice con otto nomination, contro le sei di “Crash” — ha incassato il titolo di miglior regia e miglior attrice non protagonista, andato a Michelle Williams.

“Crash” invece ha vinto nella categoria miglior cast e migliore scrittura.

“Brokeback Mountain”, che è stato un successo al botteghino anche se è stato proiettato solo in un numero limitato di cinema, è già stato indicato come miglior film dalle associazioni dei critici cinematografici di New York e Los Angeles, e lunedì prossimo sbarcherà alla cerimonia per i Golden Globe Awards con sette nomination.

Le nomination per gli Oscar saranno annunciate il 31 gennaio.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.