Dalla rassegna stampa Cinema

Ang Lee vola ai Golden Globes

Sette nomination per Brokeback Mountain

“Brokeback Mountain” fa l’enplein. Dopo aver vinto il Leone d’Oro a Venezia, il film di Ang Lee è favorito ai Golden Globes 2006 con sette nomination. La storia gay di due cowboy si avvicina così sempre di più agli Oscar. I riconoscimenti verranno consegnati il 16 gennaio dall’Associazione della stampa estera a Hollywood.

“Brokeback Mountain” concorre come miglior film nella categoria riservata alle opere drammatiche. Due nomination sono andate anche all’interpretazione dei due attori protagonisti Heath Ledger, nel film Ennis, e Michelle Williams, che fa la parte di Alma. Una candidatura infine è stata riconosciuta a Ang Lee come miglior regista.

La storia è ambientata nel Wyoming. Ennis e Jack sono due giovani mandriani che trovano insieme lavoro ai piedi della Brokeback Mountain che dà il titolo al film. Tra i due, soli per tutta l’estate, nasce un’unione intensa e profonda che pare sciogliersi con la fine della stagione. Ennis sposa Alma; Jack parte per il Texas dove si innamora di Lureen. Ma le circostanze rivelano anni dopo che la loro amicizia non era destinata a finire.

A contendere il Golden Globe a “Brokeback Mountain” come miglior film drammatico saranno “The Constant Gardener” di Fernando Meirelles, “Good Night, and Good Luck” di George Clooney, “A History of Violence” di David Cronenberg e “Match Point” di Woody Allen. Un pool di candidati abbastanza originale e che riflette un atteggiamento che non premia i kolossal, ma che privilegia produzioni di medie dimensioni e il cinema di qualità.

Altre categorie

Miglior commedia o musical
Sono stati nominati “Walk the line”, la biografia di Johnny Cash, “Orgoglio e pregiudizio”, il musical “The Producer”, “Mrs Henerson Present” e “The Squid and the Whale”.

Miglior attore drammatico
Tra gli attori drammatici nominati rispunta Russel Crowe, per l’interpretazione del pugile Jim Braddock in “Cinderella Man”. Dovrà vedersela con Philip Seymour Hoffman, protagonista di “Capote”, David Strahairn, per “Good Night and Good Luck”, e Terrence Howard, interprete principale di “Hustle and Flow”.

Migliore attrice drammatica
Per quanto riguarda le nominate al femminile compare Felicity Huffman, la mamma disperata del famoso Desperate Housewives (per cui ha ottenuto con le colleghe una nomination nella categoria commedia), qui per la performance in “Transamerica”. A contendere il globo d’oro come migliore attrice alla Huffman saranno Maria Bello, per il ruolo in “History of Violence”, Gwyneth Paltrow per il ruolo in “Proof”, Charlize Theron per “North Country” e Ziyi Zhang nei panni della geisha di “Memorie di una Geisha”.

Migliori attori non protagonisti
Nella categoria maschile sono stati nominati George Clooney Matt Dillon, Will Ferrel, Paul Giamatti e Bob Hoskins, mentre le cinque attrici non protagoniste che si contenderanno il premio sono Shirley MacLaine, Frances McDormand, Rachel Weisz e Michelle Williams, e Scarlett Johansson.

Miglior regista
Oltre a Ang Lee, spicca il nome di Peter Jackson per “King Kong”, che secondo alcune voci ha ricevuto solo questa nomination perché non tutti i giurati lo avevano già visto. Sono stati nominati Woody Allen, per “Match Point”, George Clooney, Fernando Meirelles e Steven Spielberg per “Munich”.

Miglior film straniero
Manca, come ormai di consueto, un film italiano. A contendersi il premio saranno infatti il francese” Joyeux Noel”, “Kung Fu”, il cinese “Mo gik”, il palestinese “Paradise Now” e il sudafricano “Tsotsi”.

Miglior serie tv
Ecco le nomination per la migliore serie drammatica: “Commander in Chief”, “Lost”, “Prison Break”, “Rome” (che, acquistata dalla Rai, in Italia ha già sollevato un polverone di polemiche) e “Grey’s Anatomy”. Le cinque migliori serie non drammatiche in corsa sono invece “Desperate Housewifes”, “Enourage”, “My name is Earl”, “Weeds” e “Curb Your Enthusiasm”. Grande successo per Desperate Housewifes: le quattro protagoniste sono state nominate come migliori attrici protagoniste nella categoria. La quinta nominata è invece aMary Louise Parker, per “Weeds”. Tra gli attori protagonisti sul piccolo schermo spicca il nome di Kiefer Suttherland per “24”. Dovrà vedersela con
Matthew Fox, per “Lost”, Hugh Laurie per “House”, e Wentwoth Miller, per “Prison Break”. Migliore attrice in una serie televisiva drammatica, sarà invece una sfida tra Patricia Arquette, Glenn Close, Geena Davis, Kyra Sedgwik e Polly Walker. Favorito per l’equivalente maschile è invece Paul Newman, per “Empire Falls”. Con lui nominati anche Jeremy Piven, Randy Quaid, Donald Sutherland e Naveen Andrew.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.