Dalla rassegna stampa Cinema

Ricordo di Pasolini, tra delitto e processi

Doppio appuntamento dedicato a Pasolini nel trentennale della sua morte. Questa sera alle ore 21, in via Cavour 65 a Ventimiglia, il Circolo “Pier Paolo Pasolini” commemorerà la scomparsa del grande scrittore e poeta. . .

Doppio appuntamento dedicato a Pasolini nel trentennale della sua morte. Questa sera alle ore 21, in via Cavour 65 a Ventimiglia, il Circolo “Pier Paolo Pasolini” commemorerà la scomparsa del grande scrittore e poeta attraverso la rievocazione delle vicissitudini giudiziarie e politiche che videro lo scrittore friulano al centro di circa trentatré processi in oltre vent’anni.
Titolo della serata è, non a caso, “Tribunale dell’osceno: la moralità pubblica contro un genio dell’immoralità”, per ricordare l’odissea dello scrittore e poeta con una lettura a più voci (Carmela Antelmi, Gianfranco Locuratolo, Francesco Todaro) di documenti e testimonianze sui primi tre decenni del dopoguerra italiano.
L’evento culturale, gratuito ed aperto al dibattito finale, giunge a poca distanza dalla scomparsa prima dell’attrice prediletta Laura Betti, poi del regista Sergio Citti, amici carissimi dello scrittore. Ma anche dalle clamorose dichiarazioni di Pino Pelosi, il “ragazzo di vita” che nel 1975 assassinò Pasolini e che solo oggi rivela di non essere stato il solo esecutore materiale di un sempre più probabile “delitto di regime”.
E’ attesa la partecipazione del professor Francesco Gnerre, dell’Università di Roma, già noto al pubblico intemelio per aver condotto, due anni fa, un dibattito sulla “disperata vitalità” del Pasolini omosessuale e per aver tenuto, a marzo, l’affollata conferenza “Il Sogno di una cosa: Pasolini scrittore e polemista”.
Anche il Circolo Arci Guernica alla Fondura di Imperia Porto Maurizio ha riservato una serata al ricordo di Pasolini. Alle 22, dopo la cena a base di paella, l’associazione culturale Olivo Nero presenterà lo spettacolo Pier Paolo Pasolini: Enigmatico Conformista, dedicato a “politici, giornalisti e intellettuali” con letture e canzoni sui temi cari al poeta. La prima a andare in scena sarà la bionda Aurora Cataldo, attrice in arrivo dal Dams, che leggerà una breve introduzione scritta da Alberto Carli, regista dello spettacolo e fondatore dell’associazione. Poi la cantante Ilaria Gazzano reciterà la poesia di Demetrio Stratos “Canto per te”, prima di cantare “Luglio, agosto, settembre nero”, brano degli Area, lo storico gruppo di rock progressivo italiano di cui Stratos era il leader. Successivamente l’attore Eugenio Ripepi leggerà alcuni brani di Pasolini, tra cui la famosa invettiva scritta nel 1968 in seguito agli scontri tra la polizia e gli studenti delle università e lo scritto corsaro “Cos’è questo golpe? Io so”, apparso sul Corriere della Sera del 14 novembre 1974. Tra una lettura e l’altra, Ilaria canterà, concludendo lo spettacolo, due canzoni di De Gregori: “La storia” e “Viva l’Italia”.

Marco Vallarino
Patrizia Mazzarello

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.