Dalla rassegna stampa Cinema

TV/ RECORD DI PREMI AGLI EMMY PER LA SERIE "ANGELS IN AMERICA"

…tutti premiati per le loro interpretazioni, “Angels in America” ha anche dato la possibilità al suo creatore di utilizzare il discorso finale per polemizzare sui matrimoni gay. “Ringrazio il mio fantastico marito Mark. Un giorno potremmo sposarci legalmente e potrete fare di me un onesto …

Tra i vincitori anche Al Pacino, Meryl Streep e James Spader

Roma, 20 set. (Ap/Apcom) – Si sono conclusi domenica notte a Los Angeles i 56esimi Annual Primetime Emmy Awards, i più prestigiosi premi per le serie e gli show televisivi americani.

Condotti dal brillante Garry Shandling, assente da quattro anni dalla cerimonia, gli Emmy di quest’anno hanno super premiato la mini serie tv “Angels in America”, uno sguardo al rapporto che gli americani hanno avuto con l’AIDS negli anni ’80, tornata a casa con 11 statuette.

Scritta dal premio Pulitzer Tony Krushner e interpretata da attori come Al Pacino, Meryl Streeep, Mary-Louise Parker e Jeffery Wright, tutti premiati per le loro interpretazioni, “Angels in America” ha anche dato la possibilità al suo creatore di utilizzare il discorso finale per polemizzare sui matrimoni gay. “Ringrazio il mio fantastico marito Mark. Un giorno potremmo sposarci legalmente e potrete fare di me un onesto omosessuale” ha detto Krushner.

Questo è stato anche l’anno in cui, per la prima volta, dopo cinque tentativi, la serie “I Sopranos” ha vinto nella categoria Miglior Dramma, anche se ancora una volta nessun premio è andato ai suoi protagonisti, James Gandolfini e Edie Falco.

Tra le altre star premiate ci sono stati James Spader, per “The Practice”, e Sarah Jessica Parker, per l’ultima stagione di “Sex & The City”.

Il miliardario Donald Trump si è visto soffiare l’award per migliot reality show da “The Amazing Race”, vincitore per il secondo anno di fila, al posto del suo “The Apprentice”.

Infine, grazie alla nuova procedura cautelativa che prevede di mandare in differita di cinque minuti tutti gli show live, meglio nota come la “precauzione Janet Jackson”, la 79enne cantante e ballerina Elaine Stricht, si è vista sfumare il suo esagerato discorso di ringraziamento per la miglior interpretazione personale in un programma musicale.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.