Dalla rassegna stampa Cinema

Memorabile «Angels in America»

…come se l’Aids non fosse soltanto una patologia del corpo ma una sorta di malattia dell’anima capace di far emergere quella parte di noi che più ci fa paura e per questo teniamo nascosta…

New York, Central Park, ottobre 1985, il nuovo millennio si avvicina. Ambientato durante la presidenza Reagan, «Angels in America» (Sky Cinema Autore, giovedì 20 e 27, ore 21.30) racconta di un potente avvocato maccartista, Roy Cohn (Al Pacino), impostore senza scrupoli, grande manipolatore durante il celebre processo a Ethel Rosemberg, le cui tumultuose vicende si intrecciano con quelle di vari personaggi, ognuno dei quali simboleggia una minoranza religiosa o etnica (c’è il mormone, l’ebreo, l’afro-americano) e tutti insieme descrivono l’ambiente gay nel momento in cui incombe spietato il flagello dell’Aids. Tratta dall’omonima pièce teatrale di Tony Kushner (uno spettacolo che durava ben sei ore), la miniserie è divisa in due parti e vede la superba interpretazione di Al Pacino, Meryl Streep, Emma Thompson, Jeffrey Wright, Marie-Luise Parker, Patrick Wilson. Finalmente anche la tv si misura con la complessità e l’attenzione: anche se gli esiti espressivi sono discontinui (tutte le proiezioni oniriche soffrono di pretenziosità e di esagerazioni figurative), «Angels in America» si imprime nella memoria tanto è ben girata e ben recitata. C’è, in apertura, un carrello volante su New York che toglie il respiro per quanto è bello e c’è, naturalmente, la presenza interpretativa di Al Pacino che funziona da play maker, capace di suggerire le cadenze a tutti gli altri. I temi dell’amore, della morte, dell’angoscia, della politica, del razzismo, della fede, della famiglia si intrecciano con sogni e allucinazioni come se l’Aids non fosse soltanto una patologia del corpo ma una sorta di malattia dell’anima capace di far emergere quella parte di noi che più ci fa paura e per questo teniamo nascosta.

Effettua il login o registrati

Per poter completare l'azione devi essere un utente registrato.