... il cinema che ti libera
Username:
Password:
Ricorda utente
> per registrarsi
> dimenticata psw?
RSS ULTIMI FILM
film sottotiro
 

> COMMENTI
> RECENSIONI
> BOX OFFICE
> ULTIMI ARRIVI
> ultimi titoli inseriti
> film in lavorazione
> film e Aids
> FILM IN ITALIANO
> Poster

tutti i film
 
  Altro   A  
B   C   D   E
  F   G   H  
I   J   K   L
  M   N   O  
P   Q   R   S
  T   U   V  
W   X   Y   Z
film per tendenza
  > cult gay (GGGG)
> cult lesbo (LLLL)
> tutto gay (GGG)
> tutto lesbo (LLL)
> un po' gay (GG)
> un po' lesbo (LL)
> rif.to gay (G)
> rif.to lesbo (L)
> cult trans (TTTT)
> tutto trans (TTT)
> un po' trans (TT)
> rif.to trans (T)
> cult queer (QQQQ)
> tutto queer (QQQ)
> un po' queer (QQ)
> rif.to queer (Q)
film per categoria
  > film distribuiti
> film visti solo in tv
> film solo in dvd
> film festival
> serie tv
> corti
> autoprodotti
film per genere
  > analisi sociale
> animazione
> avventura
> azione
> biografico
> carcerario
> college
> comico
> commedia
> drammatico
> documentario
> erotico
> fantascienza
> fantastico
> giudiziario
> grottesco
> guerra
> horror
> militare
> musical
> operistico
> politico
> poliziesco
> psicologico
> religioso
> sentimentale
> sperimentale
> spionaggio
> sportivo
> storico
> thriller
> western

FILM COMPLETAMENTE GAY

Clicca sulla locandina per vedere la scheda completa del film

ALEXANDER
regia: Oliver Stone
anno: 2004
nazione:
Gran Bretagn/USA 
categoria: film distribuiti
genere:
Storico
durata (min.):
173  
tendenza: GGG
critica:
media voti:
7,8
contenuti: amore gay, bisessuale, gay famosi eros(XXX):
flash: Contrariamente ai dubbi che avevamo accumulato (troppi pettegolezzi e troppi pregiudizi erano stati fatti circolare) siamo invece rimasti entusiati di questo film lungo quasi tre ore e che non vi lascia un attimo di tregua sia per la storia molto bene raccontata e piena di colpi di scena, che per la ricostruzione scenografica che vi incanterà. Su una cosa avevano ragione certe critiche americane, che il film è praticamente un film gay e che l'omosessualità del protagonista è il filo conduttore di tutta la storia. Peccato che siano stati tagliati alcuni nudi e alcune scene d'amore gay troppo esplicite, che invece avrebbero dato al film una completezza ed un significato ancora più dirompente. Imperdibile.
ALFREDO'S FIRE
regia: Andy Abrahams Wilson
anno: 2013
nazione:
Italia / Usa 
categoria: film festival it
genere:
Documentario
durata (min.):
39  
tendenza: GGG
critica:
media voti:
--
contenuti: suicidio, omofobia, fede e omosessualità, storia LGBT eros(XXX):
flash: Nel gennaio del 1998, Alfredo Ormando, uno scrittore gay siciliano, scosse il mondo dandosi fuoco in Piazza San Pietro: l'unico gesto di protesta mai compiuto su suolo vaticano, purtroppo caduto nel dimenticatoio. La profonda disperazione di un uomo tormentato dal desiderio di conciliare fede e sessualità. Una storia di solitudine sulle conseguenze nefaste di sentirsi costretti a vivere nella menzogna, diretta dal regista americano Andy Abrahams Wilson. (TGLFF)
ALL BOYS
regia: Markku Heikkinen
anno: 2009
nazione:
Finlandia / Danimarca 
categoria: film festival
genere:
Documentario
durata (min.):
72  
tendenza: GGG
critica:
media voti:
--
contenuti: ambiente pornografia, cinema e gay eros(XXX):
flash: Un viaggio a Praga per avvicinarsi agli attori del cinema hard mette in luce un mondo inquietante, in cui diciottenni hanno almeno due anni di lavoro davanti prima di poter cercare altri modi per guadagnarsi da vivere. Un documentario sul cinema hard nell'Europa dell'est (principalmente Praga). Il regista è un uomo che guarda i film porno e vuole saperne di più sull'industria e sulle persone che vi sono dietro. Invece di essere un tentativo lascivo per cercare di avvicinare bei ragazzi, il viaggio di von Heikkinen svela il rovescio della medaglia della pornografia. Riesce ad incontrare attori e produttori ed anche alcuni dei loro parenti. Per essere un'industria in cui i ragazzi hanno solo due anni di lavoro prima di essere considerati "non idonei", ci sono tantissime variabili umane, alcune relative alla droga, alla prostituzione o al non avere una casa. Il film ha fortuitamente fotografato il momento in cui l'industria pornografica di Praga cominciava a fallire. Una delle interviste più significative è quella a Dan Fomar, produttore, e a Roda Prohacka, che in precedenza è stata una delle sue star e la sua compagna per diversi anni. (tr.GB)
ALL MY LIFE
regia: Maher Sabry
anno: 2008
nazione:
Egitto 
categoria: film festival
genere:
Drammatico
durata (min.):
150  
tendenza: GGG
critica:
media voti:
7,3
contenuti: islam, omofobia, persecuzione politica, amore gay, movimento LGBT, battuage/cruising, omosessualità velata eros(XXX):
flash: Un film particolarmente lungo (150 min.) che ci presenta un variegato affresco della realtà gay nell'Egitto contemporaneo. Rami è un 26enne contabile e studente di danza che vive al Cairo. Rami viene abbandonato dal suo ragazzo Waleed che ha preso la decisione di sposarsi. La sua migliore amica Dalia sta lasciando l'Egitto per andare a San Francisco. E il suo amico dottor Kareem lo sta infastidendo nel tentativo di coinvolgerlo maggiormente nella vita underground della comunità gay. Mentre Rami inizia la ricerca di un nuovo amore frequentando gay velati o turisti incontrati nei luoghi di battuage, Kareem viene arrestato dalla polizia sulla discoteca galleggiante Queen Boat (basato su fatti realmente accaduti nel 2001 che catalizzarono il movimento gay internazionale). Il regista Sabry completa la sua rappresentazione del mondo gay egiziano inserendo nella storia anche altri personaggi come l'uomo devoto che vive al piano di sopra dell'abitazione di Rami, che sembra avere nostalgia del mondo femminile, e un infelice e velato ragazzino di nome Mina che vive dall'altro lato della strada. Tutti questi personaggi sono descritti con un'attenzione quasi compassionevole - e spesso in scene assai esplicite - in un drammatico susseguirsi di eventi. Uno scoraggiante e affascinante ritratto della realtà egiziana di oggi che segna un importante passo avanti nella cinematografia a tematica di questo paese.
ALL YOU NEED IS LOVE
regia: Edzard Onneken
anno: 2009
nazione:
Germania 
categoria: film festival
genere:
Commedia
durata (min.):
92  
tendenza: GGG
critica: ½
media voti:
6,0
contenuti: matrimonio gay, genitori e figli, coming out, omofobia, coppia gay, dinamiche famigliari, figli omosessuali eros(XXX):
flash: Hans, studente di architettura a Berlino, convive con il suo compagno Nicky e decidono insieme che è giunto il momento di unirsi civilmente (in Germania, come in quasi tutti gli stati europei -escluso Italia, Romania, Grecia e Polonia-, è possibile). Quindi scrive una lettera alla madre, Catherina, dicendo che vuole sposarsi e che lo vuole fare nel posto in cui è nato e in cui vive la madre, un villaggio Alpino in Bavaria. Visto che Catherine non ha mai visto Nicky, ritiene che sia un nome di donna e quindi cade dalle nuvole una volta che il figlio gli presenta la vera identità del suo futuro marito... Una commedia romantica, leggera e piacevole; un esempio di come si possa parlare in modo umoristico dell'argomento omosessualità senza scadere nella presa in giro. (Cinegay.it)
ALTRO PIANETA, UN
regia: Stefano Tummolini
anno: 2008
nazione:
Italia 
categoria: film distribuiti
genere:
Drammatico
durata (min.):
82  
tendenza: GGG
critica:
media voti:
7,9
contenuti: battuage/cruising, amicizia fra etero e gay, ambiguità sessuale eros(XXX): X
flash: È una mattina d’estate, Salvatore sta percorrendo, tra le dune, il tragitto che lo porta alla spiaggia (Capocotta, spiaggia gay di Roma), dove frettolosamente consuma un rapporto omosex. Poco dopo vediamo il protagonista incontrare, sempre sulla spiaggia, tre giovani donne. Le ragazze sono incuriosite dall'ambiente "disinibito" e attaccano bottone con Salvatore senza sapere che è gay: "fra chiacchiere e confidenze, bugie e mezze verità, comportamenti espliciti e sentimenti contorti, alla fine della giornata nulla sarà come prima", afferma il regista (già collaboratore di Ozpetek per Il bagno turco). Girato in sette giorni, con 780 euro di budget, ha delle sequenze che si annunciano forti: "E' vero - ammette Merone - c'è una scena iniziale in cui sono eccitato, e anche un mio breve e intenso rapporto sessuale con un ragazzo, sulla spiaggia. Un episodio che potrebbe dare fastidio al pubblico, per realtà e immediatezza". Ma l'intenzione del regista non è quella di scandalizzare i benpensanti bensì quella di gettare "una luce schietta e insieme affettuosa su un mondo molto meno a parte di quanto non si creda".
|<<   << Precedente  1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 ...  Successiva >> film 37 - 42 di 1201
   
pubblicità


LEGENDA
Cliccare sul titolo o sulla locandina per vedere la scheda del film dove potete votare o inserire un vostro commento
TENDENZA: G= film con qualche rifer.to Gay ; GG= con una storia Gay ; GGG= completamente Gay ; GGGG= cult Gay
Lo stesso per: L= Lesbico ; T= Trans ; Q= Queer, misto LGBT
CRITICA: = scarso ; = interessante ; = ottimo ; = capolavoro
E' consentita la riproduzione del materiale originale del sito, purchè ne venga citata la fonte e l'autore
CHI SIAMO - PER BUGS, SUGGERIMENTI, CORREZIONI O COLLABORAZIONI SCRIVI AL WEBMASTER