... il cinema che ti libera
Username:
Password:
Ricorda utente
> per registrarsi
> dimenticata psw?

NEWS REDAZIONALI
info dal mondo del cinema LGBT e dintorni

Vedi anche:
Rass. stampa quotidiana
Il meglio della Rassegna Stampa
Cronologia eventi
Video resistenti
pubblicità
Precedenti Fine
24/01/2015
ANCHE GENOVA HA LA SUA RASSEGNA DI TEATRO LGBT
Intitolata "Occhiali d'oro" presenta quattro spettacoli sul tema dell'omosessualità dal 29 gennaio al 16 aprile
(Visite: 104)
20/01/2015
TUTTI I FILM CON RIFERIMENTI LGBT AL SUNDANCE 2015
Fiction, doc e corti in anteprima mondiale al più prestigioso festival del cinema indipendente internazionale
(Visite: 193)
18/01/2015
L'INIMITABILE GIOGO DEL DOLORE
Lo scrittore Mattia Morretta ci regala una personale ed interessante analisi sul messaggio che Turing e il film "The Imitation game" possono trasmetterci oggi
(Visite: 703)
16/01/2015
"THE IMITATION GAME" OTTIENE OTTO CANDIDATURE AGLI OSCAR 2015
"Birdman", sui nostri schermi dal 5 febbraio, ne ottiene nove, il maggior numero.
(Visite: 113)
12/01/2015
GOLDEN GLOBES 2015: MATT BOMER VINCE PER "THE NORMAL HEART" E JEFFRY TAMBOR PER "TRANSPARENT", PRIMA SERIE AMAZON
Ci consolano per "The Imitation Game" e "Pride", completamente ignorati
(Visite: 377)
05/01/2015
VIP 2014
L'elenco dei personaggi italiani più gay-friendly del 2014. Al primo posto i sindaci che hanno lottato per i matrimoni gay
(Visite: 816)
01/01/2015
I PIU' SIGNIFICATIVI COMING OUT DEL 2014
In maggioranza dal mondo dello spettacolo ma con qualche sorpresa anche nelle istituzioni politiche (naturalmente non italiane)
(Visite: 435)
29/12/2014
"THE IMITATION GAME" DAL 1 GENNAIO NELLE SALE
Raro esempio di film commerciale, acclamato dalla critica, ed assolutamente onesto con l'omosessualità del protagonista.
(Visite: 603)
24/12/2014
LA CLASSIFICA DEI PREMI E DELLE CANDIDATURE OTTENUTI DAI FILM E DALLE SERIE TV CON RIFERIMENTI LGBT
E' iniziata la stagione dei bilanci e delle classifiche di fine anno. Una breve sintesi dei premi che ci condurranno agli OSCAR - IN PROGRESS
(Visite: 480)
12/12/2014
AIUTIAMO LA REALIZZAZIONE DI UNA SERIE WEB SUI MATRIMONI GAY (CHE IN ITALIA NON ESISTONO ANCORA)
"Lista di nozze" è la webserie per tutti coloro che vogliono ancora sposarsi e metter sù famiglia. Ma per la nostra società non tutte le coppie sono uguali e godono degli stessi diritti: ce ne sono alcune meno uguali di altre…
(Visite: 250)
09/12/2014
AL VIA LA SETTIMA EDIZIONE DI "OMOVIES", IL PRIMO FESTIVAL DI CINEMA GAY DEL SUD ITALIA
Con più di 200 titoli selezionati tra lunghi e corti, diversi ospiti, workshop, dibattiti, party ed una giuria altamente qualificata.
(Visite: 468)
09/12/2014
"PRIDE", SUI NOSTRI SCHERMI DA GIOVEDI 11 DIC, VINCE COME MIGLIOR FILM AGLI OSCAR DEL CINEMA INDIPENDENTE BRITANNICO
Guadagnando anche il premio per il miglior attore e attrice non protagonisti. La rivista Variety premia Benedict Cumberbatch per il film "The Imitation Game"
(Visite: 667)
07/12/2014
PUBBLICATO IL TRAILER DELLA SECONDA STAGIONE DI "LOOKING"
Promossi a personaggi fissi gli attori Russell Tovey, Lauren Weedman e Raúl Castillo
(Visite: 537)
06/12/2014
ANCHE IL SALENTO HA IL SUO FESTIVAL DEL CINEMA GAY
Parte oggi e prosegue per tre giorni la ricca manifestazione di cinema LGBT con incontri, dibattiti, laboratori, libri, ecc.
(Visite: 195)
01/12/2014
DAL 4 DICEMBRE NELLE SALE "MOMMY", IL CAPOLAVORO DEL REGISTA GAY XAVIER DOLAN
Una storia famigliare ai margini della società, un difficile rapporto madre e figlio in cerca di risoluzione
(Visite: 571)
28/11/2014
IL CINEMA GAY AL TORINO FILM FESTIVAL
Visto e commentato per noi dal critico Sandro Avanzo. Sidse Babett Knudsen, la protagonista di "The duke of Burgundy" (foto a lato) vince come miglior attrice
(Visite: 629)
26/11/2014
PRESENTATO AL FLORENCE QUEER FESTIVAL IL DOC "MENOPAUSA RIBELLE" DI ADELE TULLI
Ritratto di Thérèse Clerc, una donna femminista che a 85 anni ha aperto a Montreuil nei pressi di Parigi la Maison des Babayagas - Riportiamo l'intervento della protagonista del documentario Terese Clerc:
(Visite: 187)
22/11/2014
12° FLORENCE QUEER FESTIVAL
Video, resoconti e recensioni dal Festival gay fiorentino
(Visite: 465)
21/11/2014
E' MORTO MIKE NICHOLS, UN AUTORE CHE HA PORTATO LE TEMATICHE GAY NEL MAINSTREAM
Con opere come "Piume di struzzo" e "Angels in America" ha avvicinato il grande pubblico alle nostre problematiche
(Visite: 340)
18/11/2014
IL FALLIMENTO ANNUNCIATO DI "DIRTY SEXY COMICS"
"La storia dei fumetti erotici gay è la storia dei diritti civili gay..."
(Visite: 315)
Precedenti Fine
Condividi
 
27/01/2012 - Redazione -
"KABOOM" UNA IMPERDIBILE PRIMA VISIONE ONLINE
Film divertente, fantastico e riflessivo nell'inequivocabile stile libertario e trasgressivo del regista gay Gregg Araki. Il sesso come più vi piace.

Gregg Araki non è solo un regista, è un autore nel vero senso della parola, il suo cinema è subito identificabile, anche quando costruisce opere su sceneggiature altrui, come gli ultimi suoi due titoli prima di questo, Mysterious Skin e Smiley Face. Nelle sue opere riesce a coniugare perfettamente corpo e anima, sensualità e riflessione. E' gay dichiarato (anche se non vuole sentirsi definire 'regista gay'), e pensiamo che la sua cifra poetica e la sua visione del mondo possano essere comprese fino in fondo solo dal pubblico LGBT, o almeno da coloro che sanno leggere la realtà contemporanea senza paraocchi, dogmatismi o strutture precostituite. La sua cinepresa cattura solo l'essenziale, sia nelle immagini che nei dialoghi. Ci basta vedere e ascoltare per due secondi uno dei suoi personaggi per capirne subito l'intima essenza. I suoi eroi appartengono alla quotidianità ma posseggono quei particolari valori, come la spontaneità, la naturalezza, la libertà e la sincerità che li rendono, al di là delle specifiche caratterizzazioni, assolutamente amabili.

"Kaboom", termine onomatopeico che ci fa immaginare il suono di un'esplosione, è un film così libero e libertario che deve avere spaventato la nostra retriva distribuzione, che si è rifiutata di programmarlo nelle sale, nonostante sia stato presentato a Cannes con grande successo (per l'inattesa richiesta di pubblico furono allestite diverse proiezioni fuori programma), dove vinse la Queer Palm, e in seguito abbia viaggiato tra i festival di mezzo mondo, dal Sundance a Hong Kong. Fortunatamente il film è stato scelto da Own Air per inaugurare l'omonimo portale di distribuzione online di film in prima visione assoluta. Una modalità che sta avanzando in diversi paesi e che in America inizia ad essere affiancata alla normale distribuzione nelle sale. Viene meno la magia della sala buia, ma in compenso si allarga immensamente la possibilità di fruizione da parte del pubblico di opere meritevoli.

Araki ha spiegato la genesi di "Kaboom" raccontando che: "Qualche anno fa, ad un festival, John Waters mi ha consegnato un premio per Mysterious Skin. Dietro le quinte, mi ha guardato negli occhi e mi ha detto: «Sai, Mysterious Skin è un bellissimo film, ma mi piacerebbe molto rivedere un film nel vecchio stile di Gregg Araki». Ho sorriso alla sua battuta, ma il fatto che un’icona come lui si interessasse ai miei film sotto sotto mi ha inorgoglito... Il punto di partenza di Kaboom scaturisce da una sorta di nostalgia per l’inconsapevolezza della gioventù e dell’ignoto. All’università non sai chi sei, cosa vuoi fare, chi vuoi diventare: il futuro non è scritto e la vita è un punto interrogativo caratterizzato dal dubbio e dalla mancanza di fiducia. Il peso della vita è talmente schiacciante che ogni relazione sembra impossibile e condannata alla catastrofe. Sono gli anni della follia, della crescita, del caos, delle grandi avventure e delle emozioni ancora più grandi, in cui ti senti completamente sopraffatto. Solo più tardi ti rendi conto che in realtà sono stati gli anni più belli della tua vita."

Dall'inizio del film veniamo immersi nell'ambiente di un college dove troviamo il protagonista Smith (Thomas Dekker, attore cantante visto in Terminator e Heroes) che si sta avviando verso il suo 19mo compleanno. Smith è un delizioso fanciullo, omosessuale che ha paura delle etichette e che si lascia corteggiare anche dall'altro sesso (che riesce a soddisfare più col corpo che con la mente), innamorato dello splendido fisico del suo compagno di stanza Thor (Chris Zylka, modello e attore visto in 90210 e altre serie tv) surfista e assai tonto. Divertentissime le allusioni alla sua mascolinità, più proclamata che reale, visto che ama mostrarsi nudo, passare ore a lottare in mutande con il suo migliore amico, collezionare infradito di tutti i colori, ecc.
Smith ha un'inseparabile amica lesbica Stella (Haley Bennett), questa assolutamente omo e coscienza critica dell'incerto amico, che vivrà un'esilarante storia di sesso con Lorelei (Roxane Mesquida), una ragazza misteriosa che invece s'innamora pazzamente e dalla quale sarà difficile liberarsi.
Juno Temple (figlia d'arte) interpreta il ruolo di London, una ragazza molto sicura di sè, certa dell'omosessualità di Smith, ma non per questo indecisa sul fatto di possederlo (gli dice ok, allora faccio tutto io).
Anche se circondato da splendide fanciulle e finti o ambigui etero, il sesso gay non mancherà al nostro eroe Smith, a partire dai film porno scaricati sul notebook, fino agli incontri sulla spiaggia nudista con un fantastico giovane di colore, ai corteggiamenti inattesi che arrivano con sms e prontamente accolti, ecc.

Tutti questi incontri ed esuberanze sessuali, che inquadrano benissimo le turbolenze giovanili e permettono all'autore di riflettere in modo originale ed estremamente libero sulle problematiche di genere, vengono pian piano frammiste ad elementi, derivati, secondo quanto detto dall'autore stesso, dalle opere di David Lynch: "Ho sempre desiderato fare un film enigmatico e misterioso ispirato a Twin Peaks di David Lynch. Ero un giovane studente quando quella serie scuoteva la televisione americana e mi ha davvero sconvolto, influenzando non solo il mio lavoro, ma anche tutta la mia esistenza". Entrano sempre più nella storia momenti onirici e fantastici, elementi da cyber thriller, poteri paranormali, cospirazioni settarie e fantapolitiche, che forse vogliono esprimere il pessimismo sul nostro futuro e farci riflettere sulla disgregazione sociale contemporanea. Per tre quarti del film tutto funziona alla perfezione, magia e realtà si confondono creando una suspense eccezionale senza mai abbandonare lo spirito ironico e riflessivo caro all'autore. Peccato che invece il finale si riveli deludente, affrettato, quasi alla stregua di una fiction televisiva, da melodramma apocalittico. Il film comunque è assolutamente da vedere, ed è probabile che la nostra delusione finale sia del tutto opinabile. Ci farà piacere leggere qui o sulla scheda del film le vostre opinioni.



Commenti:

Inserisci commento (solo utenti registrati e loggati - per registrarsi) :

(1659)

~~~ pubblicità ~~~

LEGENDA
Cliccare sul titolo o sulla locandina per vedere la scheda del film dove potete votare o inserire un vostro commento
TENDENZA: G= film con qualche rifer.to Gay ; GG= con una storia Gay ; GGG= completamente Gay ; GGGG= cult Gay
Lo stesso per: L= Lesbico ; T= Trans ; Q= Queer, misto LGBT
CRITICA: = scarso ; = interessante ; = ottimo ; = capolavoro
E' consentita la riproduzione del materiale originale del sito, purchè ne venga citata la fonte e l'autore
CHI SIAMO - PER BUGS, SUGGERIMENTI, CORREZIONI O COLLABORAZIONI SCRIVI AL WEBMASTER