... il cinema che ti libera
User:
Pasw:
Ricorda utente
> per registrarsi
> dimenticata psw?

NEWS REDAZIONALI
info dal mondo del cinema LGBT e dintorni

Vedi anche:
Rass. stampa quotidiana
Il meglio della Rassegna Stampa
Cronologia eventi
Video resistenti
pubblicità
Precedenti Fine
24/05/2016
LA PRIMA EDIZIONE DEI "DIVERSITY MEDIA AWARD"
UNA GRANDE CENA DI GALA (MERITAVA LA PRIMA SERATA SU RAI UNO) CON TANTI ILLUSTRI PERSONAGGI, CONDOTTA EGREGIAMENTE DA FABIO CANINO E SYRIA
(Visite: 125)
22/05/2016
PER LA PRIMA VOLTA UN DOCUMENTARIO VINCE LA QUEER PALM
Vince come lungometraggio "Les vies de Thérèse" di Sébastien Lifshitz e come corto "Gabber Lover" di Anna Cazenave-Caldwell, due opere centrate su figure di donne esemplari
(Visite: 719)
09/05/2016
I FILM DEL 31MO TGLFF
VISTI E RECENSITI PER CINEMAGAY.IT DALLO SCRITTORE E CRITICO VINCENZO PATANÈ - I VINCITORI
(Visite: 867)
08/05/2016
UNA GIORNATA DI OTTIMI FILM ED EVENTI AL TGLFF
Tra i quali l'italiano Bullied to Death di Giovanni Coda e il bellissimo 'Thèo et Hugo dans le meme bateau' di Olivier Ducastel e Jacques Martineau. Applauditissima Veronica Pivetti.
(Visite: 407)
07/05/2016
LA GIORNATA DEL TGLFF DEDICATA ALLA TUNISIA
L'evento principale della terza giornata del festival è stato il focus 'Tunisia: quale primavera ?' che ha preceduto la proiezione dei film Boulitik di Walid Tayaa e Face à la mer di Sabry Bouzid
(Visite: 130)
06/05/2016
SECONDA GIORNATA AL TORINO GAY LESBIAN FILM FESTIVAL
Film, doc e il ricordo di Alfredo Cohen
(Visite: 255)
05/05/2016
RESOCONTO DELLA SERATA INAUGURALE DEL TORINO GAY LESBIAN FILM FESTIVAL
Ottima accoglienza dell'anteprima di "Stonewall" da oggi nelle sale
(Visite: 146)
04/05/2016
A GENOVA LA PRIMA EDIZIONE DEL "LIFE FESTIVAL"
Dal 9 al 15 maggio un festival che unisce le diverse forme d'arte performativa che caratterizzano la cultura LGBT
(Visite: 73)
04/05/2016
PARTE OGGI IL 31MO TGLFF - "QUESTI FILM CHE CONTINUANO ANCORA A CAMBIARCI LA VITA"
LE PAGINE DE 'LA STAMPA' CHE RACCONTANO IL TORINO GAY E LESBIAN FILM FESTIVAL ATTRAVERSO I SUOI PROTAGONISTI
(Visite: 137)
21/04/2016
IL DIRETTORE GIOVANNI MINERBA E LO SCRITTORE ALESSANDRO GOLINELLI PRESENTANO LA 31MA EDIZIONE DEL TGLFF
I FILM DEL CONCORSO LUNGOMETRAGGI
(Visite: 656)
19/04/2016
UN FILM CON TEMATICHE GAY VINCE IL MASSIMO PREMIO AI DAVID DI DONATELLO 2016
A sorpresa, ma secondo noi meritatamente, vince l'oscar italiano 2016 "Perfetti sconosciuti"di Paolo Genovese che porta a casa anche il premio come miglior sceneggiatura.
(Visite: 273)
14/04/2016
IVAN CATTANEO E BRUNO CASINI CI PARLANO DEL MONDO GAY DAGLI ANNI '70 AD OGGI
L'occasione è stata la presentazione a Milano del libro: Sex and the World. Viaggi gay e rock'nroll (Zona Editrice) di Bruno Casini
(Visite: 350)
12/04/2016
ANCHE A L'AQUILA UN FESTIVAL DI CINEMA LGBT
"per coniugare cultura, apertura sociale e diritti civili... Un bene prezioso per la nostra città"
(Visite: 209)
06/04/2016
PRESENTIAMO L'ULTIMO LIBRO DI MATTIA MORRETTA: "TRACCE VIVE - RESTAURI DI VITE DIVERSE"
Accattivanti esperienze di viaggi reali e ideali, seguendo le orme di personaggi esemplari vissuti nei secoli XIX e XX
(Visite: 346)
05/04/2016
"UN BACIO" UN FILM UTILE E NECESSARIO
Secondo lungometraggio di Ivan Cotroneo che denuncia con efficacia la violenza omofobica ancora presente nella nostra società
(Visite: 197)
29/03/2016
ANTEPRIMA AL TRIBECA FILM FESTIVAL DI "KING COBRA", ENNESIMO FILM CON JAMES FRANCO IN UN RUOLO GAY
Scritto e diretto da Justin Kelly, qui alla sua seconda regia dopo l'ottimo "I Am Michael" con James Franco anche tra i produttori
(Visite: 556)
21/03/2016
"I FRUTTI ACERBI - LORD BYRON, GLI AMORI & IL SESSO" DI VINCENZO PATANÈ
Un ampio saggio, che si legge come un romanzo, dove per la prima volta si raccontano in dettaglio la vita intima e le storie omosessuali del grande poeta inglese
(Visite: 611)
13/03/2016
CAROL O IL PREZZO DELLA LIBERTÀ D'AMARE
"A noi bastava l'amore / tutto il resto poteva mancare"
(Visite: 719)
10/03/2016
A CAGLIARI LA SECONDA EDIZIONE DI "LE LESBICHE SI RACCONTANO"
Dopo una prima edizione, che ha suscitato interesse ed entusiasmo, riproponiamo l'appuntamento in una veste ancora più inclusiva e coinvolgente, nell'ottica di proseguire il percorso avviato e approfondire tematiche tanto sentite quanto poco dibattute.
(Visite: 365)
02/03/2016
DAL 24 MARZO NELLE SALE IL FILM CHE RIAPRE LE INDAGINI SULLA MORTE DI PASOLINI
Diretto da David Grieco (tratto dal suo omonimo libro) e interpretato d Massimo Ranieri
(Visite: 575)
Precedenti Fine
Condividi
 
07/06/2010 - Redazione -
HUMPDAY - UN MERCOLEDÌ DA SBALLO
Non perdetevi questo piccolo gioiello del cinema indipendente americano, premiato al Sundance e in vari altri festival, che racconta di un difficile e originale coming out.

Peccato che questo delizioso e divertente (ma nono solo) film, "Humpday - Un mercoledì da sballo", abbia avuto una distribuzione (solo 13 sale) e una campagna pubblicitaria ridotte all'osso, tanto che il film non entra nemmeno nel box office dei primi 20 titoli di questo weekend. Peccato, perché questo piccolo e indipendente film, meritava molto di più, sia per una splendida prova d'attori (a noi sconosciuti), sia per una storia che è solo apparentemente assurda e che nella sua stravaganza (due etero che vogliono interpretare un porno gay) mira a denudare più che i corpi le anime dei diversi protagonisti. I protagonisti sono essenzialmente tre, due amici per la pelle al tempo del college, Ben (Mark Duplass) e Andrew (Joshua Leonard), e l'attuale moglie di Ben, Anna (Alycia Delmore).

Dai tempi del college i due amici hanno preso strade completamente diverse, Andrew non si è ancora sposato e fa l'artista nomade, girovagando da una comunità hippy all'altra. Nel mezzo di una notte bussa alla porta di Ben, che, nonostante le perplessità della moglie Anna, lo accoglie con entusiasmo e accetta di ospitarlo per qualche giorno nella loro casa. Inizia da qui una spietata vivisezione di questa grande amicizia, con l'obiettivo di catturarne l'intima motivazione, che, alla luce della nostra esperienza gay, non potrebbe essere altra che una velata pulsione omosessuale. Naturalmente non da parte di entrambi, perché allora la scintilla avrebbe fatto esplodere le cose molto tempo prima. Il problema deve essere solo di uno dei due amici. Ma quale? Quando i due amici si recano una sera ad una festa “dionisiaca” a casa di alcuni amici artisti di Andrew, dove vediamo una curiosa (ma onesta) coppia lesbica, e uomini che si accarezzano sui divani, l'idea di partecipare ad un festival del cinema porno per dilettanti parte da Andrew, che trova anche il tema del film: due etero, sia registi che attori di un porno gay. Stranamente Ben, felicemente sposato (ma spesso le sue batterie sono scariche con conseguente delusione della moglie), accetta la sfida.

Noi siamo da capo: chi è il gay velato? quello che frequenta ambienti e amicizie particolari e vuole sperimentare il sesso gay, cioè Andrew, o il marito con qualche problema nei rapporti coniugali (e che ripete troppe volte 'ti amo' alla mogliettina focosa)?
Poi però veniamo a conoscere la strana storia di uno dei due che confessa all'altro di essere stato una volta così preso da un commesso di un negozio di video tanto da sorbirsi tutti i noiosissimi film che gli proponeva e tanto da sognarsi di notte le sue pelosissime 'palle'. Da questo momento tutto sembra cambiare. Il gioco del film porno gay potrebbe rivelarsi la prova del nove per un'identità repressa. Una volta stabiliti i ruoli, attivo e passivo, l'amico etero sopporterà di essere penetrato dall'amico che invece non è più etero, cambiando così le regole del gioco?

Da questo momento il film diventa l'originale coming out di un omosessuale velato che solo con l'aiuto dell'amico amato, potrebbe finalmente trovare la forza e il coraggio di svelarsi.
Non possiamo dirvi di più per non togliervi il piacere della sorpresa. Alla fine il film si rivela un film gay al 100%, solo apparentemente divertente, con una storia che oggi può appartenere ancora solo a uomini di mezz'età, che si vedono circondati da giovanissimi gay e lesbiche realizzati, ma che portano ancora dentro di loro il fardello di una pesante e ormai anacronistica omofobia interiorizzata.

Bravissima la giovane regista, già al suo terzo lungometraggio, che dichiara di essere sempre rimasta "affascinata dai problemi dell'identità sessuale e da quanto possano essere rigidi o fluidi". "La grande sfida del film", dichiara la regista, "è stata quella di ancorare la sua trama altamente concettuale nel realismo eccessivo, affinché il pubblico potesse credere che sarebbe davvero possibile per questi personaggi vivere un weekend così assurdo. Per riuscirci, il passato e i rapporti dei personaggi dovevano essere ben sviluppati, di conseguenza il film tocca altre tematiche: i limiti dell’intimità nell’amicizia tra maschi, il modo in cui il proprio mostrarsi può cambiare in presenza di persone diverse, che cosa possa provocare una crisi d’identità, mostrandoci la nostra vita allo specchio, costringendoci a fare un bilancio della nostra situazione e facendoci chiedere se avremmo potuto essere diversi… ".



La locandina del film:

Commenti:

09/06/2010 20:58:08 utente: Mar
Spero che almeno uscirà in DVD!
 

Inserisci commento (solo utenti registrati e loggati - per registrarsi) :

(2809)

~~~ pubblicità ~~~

LEGENDA
Cliccare sul titolo o sulla locandina per vedere la scheda del film dove potete votare o inserire un vostro commento
TENDENZA: G= film con qualche rifer.to Gay ; GG= con una storia Gay ; GGG= completamente Gay ; GGGG= cult Gay
Lo stesso per: L= Lesbico ; T= Trans ; Q= Queer, misto LGBT
CRITICA: = scarso ; = interessante ; = ottimo ; = capolavoro
E' consentita la riproduzione del materiale originale del sito, purchè ne venga citata la fonte e l'autore
CHI SIAMO - PER BUGS, SUGGERIMENTI, CORREZIONI O COLLABORAZIONI SCRIVI AL WEBMASTER