Accedi

Il Club dei cuori infranti

Il Club dei cuori infranti
  • Tendenza LGBT GGGG
  • Voto
Varie

Cast

Il Club dei cuori infranti

Il film ci fa entrare nel microcosmo dei rapporti interpersonali e delle speranze e aspettative varie di un gruppo di giovani amici gay che si preparano ad entrare nel mondo degli adulti, aiutati in questo anche dalla bella figura di una coppia di gay anziani. Anche se le situazioni sono abbastanza scontate e l’analisi sociale rimane in superfice, il film è piacevole e coinvolgente.

Condividi

21 commenti

  1. Film un po’ banale…racconta le vicende di un gruppo di amici gay…è il classico mix di personalità stereotipate o poco interessanti e situazioni comuni a molte altre storie.Uno dei ragazzi del gruppo è l’attore protagonista di Scrubs!!

  2. Film molto carino e divertente un bel connubio tra romanticismo, malinmconia e ironia. Estremamente spassoso, per molti versi risulterà anche un po’ una rivelazioe dello stereotipo gay ma in realtà non fa altro che parlare di ciò che si affronta in una vera comitiva di ragazzi gay, la ricerca della persona giusta, il sesso e la ricerca del continuo divertimento, di se stessi, di ciò che desideriamo veramente e della paura di affrontare la vita per migliorarci per offrire di più. Sarà anche uno stereotipo ma coglie alla perfezione i discorsi che si affrontano quasi tutti i giorni, da vedere secondo me.

  3. Francesco

    Il film è indubbiamente carino e piacevole, non è pesante ed intrattiene bene. E’ vero che ci sono degli stereotipi e dei luoghi comuni ma sono assolutamente adeguati alla realtà che vuole rappresentare: non possiamo lamentarci della presenza di stereotipi nei film a tematica gay perchè purtroppo stereotipi e luoghi comuni fanno parte della realtà della maggior parte dei gay, ed è ovvio che un film debba rappresentare la regola e non l’eccezione, quindi non venitemi a dire che un film dovrebbe rappresentare i gay come fedeli, non ghettizzati e protagonisti di storie serie e durature… perchè questa non sarebbe la realtà! Al massimo potrebbe essere un’eccezione ma non certamente la regola!

  4. Alfredo

    Mi aspettavo una commedia di scarse pretese; invece l’ho trovato un film che miscela bene le emozioni: momenti divertenti, altri tristi, altri di riflessione. Da vedere una sera con amici. Ma amici amici.

  5. dopo latter days pernso sia il film piu’ a tematica gay piu’ carino che sinora ho visto..ti lascia qualcosa davvero!i personaggi ben curati..forse un po’ stereotipati e’ vero,ma resta fissi in mente!
    sottovalutato a parer mio

  6. Ragazzi da crepare dalle risate ahahah divertente e romantico anche con qualche tocco drammatico per aggiungere colore al tutto, io mi sono divertito a vederlo, non è un filmone è chiaramente una commedia romantica e deve esser giudicata in questo genere per apprezzarla, mi spiace per i commenti negativi ma ognuno dice la sua evidentemente hanno hoardato la commedi con spirito diverso da quello con il cui bisognava vederlo.

  7. istintosegreto

    Un gruppetto di amiche, pardon… di amici con personalità diverse. Le loro giornate scorrono tra improbabili partite di baseball (gay contro etero), lunghi discorsi da finocchi al bar, e ricerca continua di nuovi amori.
    Commedia con poche pretese, senza volgarità né eccessi.
    Promossa.

  8. reader81

    Questo film nella parte iniziale sembrava la solita commedia a tematica gay nella media, senza pretese. Poi mano mano che la trama procede si assiste a una carrellata dei soliti stereotipi gay, purtroppo veri, e che non vanno certo a deporre a favore della comunità gay.

  9. Simpatico e spigliato, questo film, presenta un’ampia gamma di emozioni e momenti con la giusta dose di ironia, pur senza innalzarsi sopra la media dei film in giro…

  10. Una delle commedie romantiche più carine che io abbia visto, un bel connubio di comicità, romanticismo e dramma, quest’ultimo non guasta mai quando non si eccede in questo genere. Ci sono un bel po’ di attori alle loro prime armi con il cinema, la storia è limpida e carica di aspetti interessanti, la crescita, la consapevolezza vera di ciò che significa essere gay e l’importanza del relazionarsi con il mondo esterno e gli amici. Assolutamente da non confrontare con i film colossi del cinema gay ma nel suo genere “commedia” è tra i più interessanti e piacevoli. Consigliato

  11. Se volete passare un’ora e mezza rilassata , ok guardate questo film. Ma tenete ben presente che dal 2000 ad oggi sono pullulati i film gay incentrati su gruppi di amici gay più o me meno checche da gay bar , più o meno malefiche “cagne” predatrici sospirose però per il grande amore e un continuo rilancio di battute più o meno divertenti e con un commovente decesso finale: quindi guardandolo oggi scoprirete pochissime novità e proverete uno stucchevole senso di già visto. Comunque la scenetta del “tutto il mondo sia gay” compresi alcuni numeri è da non perdere. Voto 6.

  12. film carino, ma nulla di piu`. i ragazzi sono tutti bellini, mediamente palestrati, con belle case e belle macchine ma non si vede mai che lavorino, a parte la collaborazione al locale dove si ritrovano. la loro vita si articola tra feste, pettegolezzo, palestra, insomma nulla. la coppia di ragazze (una e` la sorella di uno dei ragazzi) e` piu` ‘seria’, ma viene caratterizzata dalla dinamica ormai parecchio sfruttata del desiderio di maternita`, cosa che viene realizzata attraverso l’inseminazione della non sorella della coppia con il contributo del fratello della sorella (mah…).
    insomma sara` che non ho piu` ventanni da molto tempo…

  13. De La Croix

    Finalmente visto! E’ un film carino, di quelli che frullano un po’ tutto insieme, perché non dobbiamo perdercene manco una, insomma!
    Per chi volesse guardare “Queer as folk” ma non ha la pazienza di stare appresso ad una serie, si guardasse questo. Stessa storia e stessi personaggi.
    La cosa curiosa è che quasi tutto il cast è diventato poi successivamente famoso per altri telefilm.
    Comunque da vedere quando ci si vuole rilassare!

Commenta


Varie

Dennis, promettente fotografo gay di West Hollywood, si accinge a festeggiare il suo ventottesimo compleanno e si lamenta dei suoi amici (tutti gay), che non sa se sono la cosa migliore o peggiore che gli sia capitata. Il gruppo comprende Benji, Howie, Cole, Patrick e Taylor. Infine c’è Jack, sempre pronto a dare consigli, nel cui ristorante il gruppo si rifugia. Ma un evento metterà a dura prova la loro amicizia.