... il cinema che ti libera
Username:
Password:
Ricorda utente
> per registrarsi
> dimenticata psw?
TUTTO IL CINEMA LGBT
RSS ULTIMI FILM
film sottotiro
 

> COMMENTI
> RECENSIONI
> BOX OFFICE
> ultimi titoli inseriti
> film in lavorazione
> film e Aids
> FILM IN ITALIANO
> Poster

tutti i film
 
  Altro   A  
B   C   D   E
  F   G   H  
I   J   K   L
  M   N   O  
P   Q   R   S
  T   U   V  
W   X   Y   Z
film per tendenza
  > cult gay (GGGG)
> cult lesbo (LLLL)
> tutto gay (GGG)
> tutto lesbo (LLL)
> un po' gay (GG)
> un po' lesbo (LL)
> rif.to gay (G)
> rif.to lesbo (L)
> cult trans (TTTT)
> tutto trans (TTT)
> un po' trans (TT)
> rif.to trans (T)
> cult queer (QQQQ)
> tutto queer (QQQ)
> un po' queer (QQ)
> rif.to queer (Q)
film per categoria
  > film distribuiti
> film visti solo in tv
> film solo in dvd
> film festival
> serie tv
> corti
> autoprodotti
film per genere
  > analisi sociale
> animazione
> avventura
> azione
> biografico
> carcerario
> college
> comico
> commedia
> drammatico
> documentario
> erotico
> fantascienza
> fantastico
> giudiziario
> grottesco
> guerra
> horror
> militare
> musical
> operistico
> politico
> poliziesco
> psicologico
> religioso
> sentimentale
> sperimentale
> spionaggio
> sportivo
> storico
> thriller
> western

P
   
Per selezionare clicca su una lettera alfabeto a lato poi su una categoria qui sopra
Clicca sulla locandina per vedere la scheda completa del film

P-047
regia: Kongdej Jaturanrasmee
anno: 2011
nazione:
Thailandia 
categoria: film festival it
genere:
Drammatico
durata (min.):
96  
tendenza: GG
critica: ½
media voti:
--
contenuti: omosessualità latente, amicizia maschile eros(XXX):
flash: Lek è un fabbro solitario che non ha mai avuto una fidanzata. Kong è un aspirante scrittore che vive con la madre. I due sconosciuti lavorano fianco a fianco in un centro commerciale: uno fa copie di chiavi; l'altro vende riviste rosa. Insieme, i due architettano un piano che combina i rispettivi talenti. Durante il giorno, si intrufolano in appartamenti vuoti, mentre i proprietari sono al lavoro. Non rubano nulla, prendono solo in prestito. Prendono in prestito le vite, gli amori, le cose che appartengono a degli sconosciuti. Un giorno, si ritrovano a prendere più di quanto avessero chiesto. Tutti hanno dei segreti e taluni non possono essere svelati. In seguito a ciò, Lek si risveglia in ospedale. Con suo grande sgomento, tutti lì lo chiamano Kong. Si rimette dalle ferite. Ogni pomeriggio sale sul tetto dell'edificio per fumare una sigaretta. Lassù incontra Oy, una giovane donna ricoverata all'ospedale che adora sniffare contenitori vuoti – bottiglie, barattoli, lattine, qualunque cosa che la riconduca al passato. I due stringono un'insolita amicizia. Dopo aver lasciato l'ospedale, Lek s'introduce nella casa di Kong. Scopre segreti a proposito del vecchio amico di cui non aveva mai saputo. Incontra persino la ragazza dei sogni d Kong. Ma dov'è finito il suo amico? (Venezia 2011)
P.S. YOUR CAT IS DEAD
regia: Steve Guttenberg
anno: 2002
nazione:
USA 
categoria: film festival
genere:
Commedia
durata (min.):
92 (DVD 92')  
tendenza: GGG
critica:
media voti:
7,4
contenuti: omosessualità latente, coming out, etero che si scopre gay eros(XXX):
flash: Jimmy e Kate sono fidanzati, ma la loro storia è ormai giunta a termine. Nel mezzo di un litigio furibondo alla vigilia del nuovo anno, non si rendono conto che un ladro sta completamente saccheggiando la loro casa. Un ladro gay! Quando Kate lascia definitivamente la casa, Jimmy resta solo in casa proprio con il ladro (Eddie). Iniza così un confronto tra ladro e derubato, che diventa man mano dialogo, fino a quando Jimmy non comincia a chiedersi se per caso quel ladro gay sia entrato nella sua vita non solo per derubarlo, ma anche per metterlo a nudo su una verità fino ad allora rimasta taciuta. E se anche Jimmy fosse gay? Una commedia per capire che quando tutto sembra finito, forse qualcosa di nuovo sta per iniziare. (Gay.tv)
PADRE DELLE SPOSE, IL
regia: Lodovico Gasparini
anno: 2006
nazione:
Italia/Spagna 
categoria: film tv
genere:
Drammatico
durata (min.):
180  
tendenza: LLL
critica:
media voti:
7,5
contenuti: amore lesbico, coppia lesbica, genitori e figli, omofobia eros(XXX):
flash: Una fiction tv trasmessa in prima serata sul canale Rai Uno. Un film nato da un'idea di Lino Banfi e da lui mirabilmente interpretato insieme alla figlia Rosanna e ad altri notevolissimi attori. E' la prima volta che un film italiano affronta il tema del matrimonio e della famiglia omosessuale. L'obiettivo che Banfi si era proposto era quello di denunciare, e nello stesso tempo aiutare a superare, l'omofobia e il pregiudizio ancora molto diffusi nel nostro meridione (ma non solo). Operazione perfettamente riuscita e soprattutto vista da più di sette milioni di italiani. La coppia lesbica protagonista del film, non ha nulla di stereotipato, non è chiusa in se stessa e rivendica con coraggio il proprio diritto di esistere ed essere felice. Fa anche molto di più (forse troppo) aiutando un paese sull'orlo della mafia e della corruzione a liberarsene, a liberare tutte le donne, a costruirsi un futuro di lavoro e solidarietà, alla luce del sole. In questo progetto di nuova vita e progresso ci stanno molto bene, sembra dirci il film, anche le nuove famiglie omosessuali, finalmente accolte e amate, pronte a dare il loro contributo alla collettività come chiunque altro.
PADRE E FIGLIO
regia: Aleksandr Sokurov
anno: 2003
nazione:
Russia/Germania/Italia/olanda 
categoria: film distribuiti
genere:
Psicologico
durata (min.):
83  
tendenza: G
critica:
media voti:
7,5
contenuti: genitori e figli eros(XXX):
flash: Tema portante del film è la storia del profondo rapporto che lega un padre al proprio figlio. Complici come fratelli, già da molti anni conducono un'esistenza in una sorta di mondo “a parte” collocato in un appartamento sui tetti, pieno di ricordi, dolori e rituali quotidiani. Corpi bellissimi, scolpiti, scene che ti fermano il respiro. Sullo schermo non succede quasi nulla ma lo spettatore può leggerci un romanzo interminabile, a suo piacere. Siamo davanti ad un capolavoro della comunicazione visiva, materiale e spirituale. Al festival di Cannes hanno chiesto al regista delle spiegazioni sulla relazione quasi incestuosa tra padre e figlio (all'inizio del film si vedono abbracciati nudi nel letto per quasi cinque minuti) e il regista ha risposto di:"fare attenzione a non proiettare i propri complessi sul film che non mostra niente altro che una relazione tenera e calorosa che trae spunto dalla letteratura europea e russa del XIX secolo". Noi abbiamo proiettati tutti i nostri complessi sul film e ne siamo usciti entusiasti e felici! Indimenticabile. Per cinefili.
PADRE E FIGLIO (1994)
regia: Pasquale Pozzessere
anno: 1994
nazione:
Italia / Francia / Belgio 
categoria: film distribuiti
genere:
Drammatico
durata (min.):
95  
tendenza: QQ
critica:
media voti:
--
contenuti: genitori e figli, transgender, amore trans, transfobia eros(XXX):
flash: La storia si svolge a Genova dove Corrado (Michele Placido), un meridionale di 50 anni vi è giunto negli anni '60 lavorando come operaio all'Ansaldo. Ora fa il guardiano notturno in un deposito al porto e vive con la seconda moglie, Angela, dalla quale ha avuto una bambina, Anna. Il figlio maggiore, Gabriele (Stefano Dionisi), di ritorno dal servizio di leva, si ritrova senza alcuna prospettiva per il futuro. L'impegno del padre nell'avviarlo al lavoro in una fabbrica e la sua delusione di fronte alla superficialità con cui il figlio si fa licenziare, accresce tra i due l'incomprensione e genera contrasti in famiglia. Gabriele si affida all'ebbrezza della moto e alla scorciatoia dei guadagni illeciti. In una sala giochi conosce Valeria, un transessuale, della quale si innamora, la conduce in casa approfittando dell'assenza dei genitori, ma il padre rientra prima del previsto e intuisce subito che non si tratta di una vera donna, quindi li caccia entrambi. Valeria ha altri progetti per il suo avvenire, vuol andarsene da una città che le stà stretta, progetta di partire per gli Stati Uniti e convince Gabriele a seguirla. Ma il giovane non ha denaro per affrontare il viaggio, lo chiede a suo padre il quale rifiuta perchè nel frattempo ha investito i suoi risparmi in una lavanderia che intende gestire con la moglie Angela e inoltre non vuole che il figlio si rovini la vita stando con una persona del genere. Valeria lo mette alle strette, o partono insieme oppure lei se ne va da sola. A questo punto Gabriele è disperato, non vuol rinunciare a Valeria e per procurarsi il denaro tenta di rubare in casa del padre, si impadronisce di alcuni gioielli appartenuti a sua madre, ma giunge inaspettatamente Corrado che tratta il figlio con parole dure. I due si picchiano e alla fine Gabriele imbocca la porta per andarsene definitivamente, gridando all'uomo steso a terra che non lo rivedrà più. Allora Corrado compie un gesto estremo pur di fermare Gabriele....(FINALE: Corrado estrae la pistola di servizio e colpisce il figlio, probabilmente non vuole ucciderlo, ma solo impedirgli di andar via. Il colpo ferisce Gabriele che si accascia sul pavimento e, superato la stupore, comincia a singhiozzare liberandosi di tutta la rabbia che lo divorava e comprendendo fino a che punto può giungere la disperazione di un padre). (F.T.)
PAGEANT
regia: Ron Davis
anno: 2008
nazione:
USA 
categoria: film festival
genere:
Documentario
durata (min.):
95  
tendenza: QQQ
critica: ½
media voti:
--
contenuti: travestimento, ambiente spettacolo eros(XXX):
flash: Vincitore del Premio del Pubblico come miglior documentario al Frameline 2008. Il film segue la vita privata e pubblica di cinque concorrenti al 34mo concorso di Miss Gay America, per vincere il quale occorre essere la più bella, interessante e orgogliosa imitazione di donna. Nessuno dei concorrenti deve avere subito modificazioni cosmetiche o chirurgiche al di sotto del collo, mentre l'assunzione di ormoni femminili è concessa. La forza del film risulta soprattutto dalla capacità di trasmettere allo spettatore il lato umano e toccante, privato e pubblico, di questi artisti dell'illusione, uomini nella vita di tutti i giorni, che si impegnano con costanza e grande creatività per realizzare il sogno di venire incoronati. I protagonisti del film provengono da cinque differenti città degli Usa e ognuno di loro ha già dovuto vincere i relativi concorsi regionali e statali per essere ammessi al concorso finale che ha luogo a Memphis, nell'arco di tre giornate durante le quali si svolgono le diverse prove preliminari dei cinquanta concorrenti, che sono: L'intervista, parte della quale avviene in privato, consistente in otto minuti di conversazione davanti a cinque giudici; Abito da sera, dove i concorrenti vengono giudicati per la capigliatura, il trucco, la consonanza dell'abito e dei gioielli; Talento solitario, sono tre minuti di esibizione dove ciascuno deve dimostrare di essere in grado di intrattenere il pubblico senza nessun altro ausilio; Talento, con sette minuti di spettacolo organizzato liberamente da ognuno con supporti vari. Nella serata finale, molto simile a quella di Miss America, vengono annunciati i dieci concorrenti selezionati dalle giurie che si contenderanno il premio attraverso esibizioni e interviste.
|<<   1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 ...  Successiva >> film 1 - 6 di 241



NO COPYRIGHT!
E' consentita la riproduzione del materiale originale del sito, purchè ne venga citata la fonte
PER BUGS, SUGGERIMENTI O CORREZIONI SCRIVI AL WEBMASTER